Monday 30 april 2012 1 30 /04 /Apr /2012 10:00

Batista-5317.JPGBattista Marchesi prosegue indomito e pieno di buon umore nella sua corsa. Questa volta due eventi significativi: il giro di boa del 50° giorno della sua impresa e la visita agli amici di squadra (ASD Runners Bergamo) presenti alla 2^ edizione della Sarnico-Lovere Run (lo scorso 22 aprile). La primavera incalza e comincia a portare i suoi frutti, ormai è saldamente radicata nel terriorio: non se ne avverte soltanto il profumo, ma è una gioia vedere le piante che, dopo i rigori di un inverno rigido, si rivestono di mantelli di verde tenero e brillante. Ma il nostro eroe per la ricorrenza del suo 50° giorno di cammino e corsa non ha voluto né torte, né candeline, ma ha dovuto accettare in solitaria come sempre il diluvio che si è abbattuto su di lui e sui podisti della Sarnico-Lovere Run. Come sempre, il Tista ha dimostrato di essere uomo di poche parole e di fatti concreti, doti da "guerriero combattente" in qualche modo: niente sbrodolamenti festaioli per il 50° giorno, dunque, ma la consueta dose di fatica quotidiana. Prossimo appuntamento: Montisola.
Batista 5319(Vitaliano "Diavolo Rosso" Grassi. L'impresa di Battista km. 19.100 km in nove mesi No-stop. 8° capitolo) La ricorrenza del cinquantesimo può essere ricordata o festeggiata in tanti modi. Ne esistono  svariati di cinquantesimi, ma quello del matrimonio è il più ricordato e ambito. E' il giorno in cui si portano amici e parenti al ristorante nonostante la crisi dica, no! al ristorante non si può!
Lui, invece, per i suoi  primi cinquanta giorni di corsa non ha scelto il ristorante. Ha preferito  la compagnia di un bel temporale che si è scatenato domenica nella piazza di Lovere, dove si trovava per salutare gli amici della Runner Bergamo partecipanti alla corsa podistica Sarnico-Lovere Run, alla sua 2^ edizione.
E' scappato anche lui come tutti. Non a cercare un riparo ma, dopo essersi incappucciato, in silenzio e in completa solitudine come sempre, ha  preferito risalire il fiume incurante delle secchiate d'acqua che Giove Pluvio si è divertito a buttargli addosso, continuando la sua opera, non pago,  senza pietà anche il lunedì. Tista ha sempre  però il suo buon amico che ogni tanto gli asciuga il sudore della pioggia: il sole. Ecco perché domenica, non a caso, aveva scelto la via  lungo il fiume. Battista aveva intravisto uno spiraglio del suo -sole e lui lo ha premiato.
Batista 5320Marchesi sa bene che gli è proibito lamentarsi e nemmeno ci pensa. Le difficoltà le risolve da solo, non gli è consentito neppure piangere dalla rabbia,  eppure sarebbe un bel sollievo. Deve invece stringere i denti. Per fortuna non porta la dentiera, altrimenti  quante volte l'avrebbe spezzata. Anche lui è un umano, soffre e gioisce come noi, ma nel suo mondo, ai confini tra realtà e fantasia, a volte non gli è consentito lasciarsi andare a facili sentimentalismi. E' come se dovesse trasformarsi in un guerriero, indossare l'armatura per proteggersi dagli attacchi che giungono da ogni  dove, commutando la sua proverbiale mitezza in un gagliardo atteggiamento che gli consenta di superare ogni avversità.
Ecco perché è utile sapere senza poter comprendere, come sia difficile correre e camminare dieci ore sotto un torrente di pioggia  e trovarsi ad una trentina di chilometri dall'albergo senza la possibilità  di cambiarsi gli indumenti che, inzuppati di acqua, non ti permettono neppure di fermarti se non per pochi minuti. Perché il il freddo non perdona. Tista sa che deve camminare e correre sempre senza fermarsi mai.
Certo, avesse il camper come il suo antagonista, il francese Serge Girard che nel 2005 corse da Parigi a Tokyo in 260 giorni, sarebbe tutto diverso. Sul  camper, lo staff  al seguito ti può preparare un the caldo alla bisogna invece di lasciarti ingurgitare acqua fredda. Inoltre un battito di mani  Et voilà! ...il ricambio di vestiti eccolo qua bell'e pronto, ma per Tista questo non si fa. Lui quando arriva deve fare il bucato, i calzini e le magliette non le può buttare, solo Serge con lo staff che lo assisteva se lo poteva consentire.
Batista 5328Se gli succede di farsi fregare l'ombrello dopo averlo nascosto fra i cespugli due ore prima e poi... non ritrovarlo più, va bene lo stesso. Se poi torna in albergo affamato, me la prendo “Poffarbacco, non va bene, è solo colpa sua...", mi viene da pensare.
“Cosa hai combinato per tornare affamato come un lupo? - chiedo con un curioso sospiro. “Non è successo niente, spiega mestamente, ho incontrato  un ragazzo di colore lungo il fiume, mi ha  chiesto da mangiare. Gli ho allungato due panini, gli ultimi due”.
“Bella scoperta, spero non si ripeta più, se rimani senza carburante a casa come ci torni?", lo riprendo.
Dar da mangiare agli affamati è la prima delle sette opere  di misericordia corporali che Tista deve aver letto da qualche parte. Ed io che pensavo leggesse solo il manuale delle giovani marmotte.
Ecco spiegato il non risentimento nei confronti dell'extracomunitario nonostante il “fattaccio dell'anno precedente”. Tista l'è fat sö sse - Tista è fatto così.
Nonostante tutto, sopporta in silenzio ma sa trovare una giusta armonizzazione e un recupero dei suoi patimenti quando incontra amici ed estimatori che gli stringono la mano.
Domenica, infatti, al gazebo della sua squadra, nonostante la breve sosta, non ha mancato di salutare l'amica  Federica e un  gruppo di runner clarensi, tra cui Sergio Vertua e Alessandro Cenini, affiancati dalla “non solo runner, ma anche forte alpinista Enrica Vezzoli.
Anche Max Ronchi e Bruno Spinedi hanno portato il loro saluto a nome di tutti i 150 e più RB, giunti al termine di questa competizione diventata ormai un appuntamento irrinunciabile per l'attrattiva del suo percorso lungo il lago. Un lago che con le sue acque  aiuta a sopportare la fatica dei 26 chilometri da percorrere.
La mattinata, invece,  è stata caratterizzata da un altro felice incontro in località “Laghetto di Rogno”, un ulteriore  carica alle batterie del   Tista con il sessantenne Claudio Camusso, un tosto atleta di Pian Camuno vincitore della 100 km di San Giovanni Lupatoto, il quale  ha voluto onorare l'incontro nonostante si trovasse in zona solo di passaggio con una breve corsa  per mostrare al Tista di essere un campione come lui. “Ci siamo conosciuti nel 2009, racconta  brevemente Claudio, proprio a Montisola quando la montagna si infuriò e lo prese a botte costringendolo al ritiro".
Insomma, oggi una grande giornata per il nostro atleta, che per il suo cinquantesimo giorno non ha voluto torte, come non ne vuole per il suo compleanno.
Oggi solo buoni pensieri e uno sguardo all'orizzonte in vista della prossima destinazione: Montisola.

 

 

 

Di (Vitaliano "Diavolo Rosso" Grassi, il 24 aprile 2012) - Pubblicato in : Imprese e sport estremi "sostenibili" - Community : Ultramaratone, maratone e dintorni
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Torna alla home

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : ciclismo podismo ultramaratone camminare walking Sport
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • : 12/04/2011
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Curioso Sognatore Viaggiatore Writer Esploratore
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.

Categorie

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

Immagini a caso

  • Ridolfi

Ricerca

Calendario

September 2014
M T W T F S S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
<< < > >>

ShinyStat

Statistiche
 
Crea un blog gratis su over-blog.com - Contatti - C.G.U. - Remunerazione in diritti d'autore - Segnala abusi - Articoli più commentati