Thursday 22 march 2012 4 22 /03 /Mar /2012 07:58
Maratona di Roma partenza: dalla terrazza visitatori - Foto di Maurizio CrispiChi corre e gareggia, ma non parte per recarsi a partecipare ad importanti appuntamenti, si trova spesso ad avere la funzione del testimone, di essere quello che da lontano segue le gesta dei suoi amici, di essere quello che riceve le prime trelefonate al termine dell'impresa, e poi - al loro ritorno - anche un racconto più o meno articolato e, se il racconto non nasce spontaneamente, il suo dispiegarsi viene sollecitato da mille avide domande.
Io non c'ero, ma avrei voluto esserci. questo è il pensiero che domande insistenti, occhio rapito e domande insistenti e dettagliate trasmettono.
Immergersi nei racconti altrui è un modo di parteciare, anche se in seconda battuta, all'evento sportivo nel quale nons iamo stati presenti per mille motivi diversi. Questo tipo di trasmissione verbale è tanto più intenso quando a raccontare sono proprio i nostri amici di corsa e di allenamento.
Teresa Ferro ha fatto di più, nel caso dei suoi amici che si sono recati a partecipare alla Maratona di Roma Acea 2012: non solo ha ascoltato i loro racconti, ma li ha anche tradotti in pagina scritta per la fruizione di molti. Ed ecco così, le testimonianze dei palermitani Marco Saitta, Concetta Filizzolo, Anna Maed e il riferimento all'impresa di Salvatore Maira.
(Teresa Ferro) Molti miei amici runner sono andati a Roma per correre la Maratona. Io sono rimasta e li ho seguiti da lontano, assorbendo poi al loro ritorno, impressioni, testimonianze, racconti. Qui, di seguito, ho voluto trascrivere  alcune impressioni che gli  amici a me più vicini mi hanno trasmesso. Incontenibile l'entusiasmo di Marco Saitta, il quale - sinora appassionato praticante del trail - si è cimentato per la prima volta con la 42,195 km.  Ancora non perfettamente ristabilito  dalla  brutta e ostinata influenza, che lo aveva colpito in pieno durante gli allenamenti di avvicinamento all'appuntamento romano, ha - nonostante tutto - dimostrato di possedere una grande determinazione. "Nelle ultime due settimane solo tre allenamenti, quanto bastava per scoraggiarmi... - racconta Marco - Non è stato per nulla facile arrivare al traguardo.  Contrariamente al solito, la notte prima ho dormito come un sasso! Partenza sotto un sole caldissimo. Forte emozione quella di trovarsi in mezzo a sedicimila persone di tutte le nazionalità. I primi 5 chilometri a 5'24 al km con un passo sciolto,  che ho mantenuto fino al 29° km, avendo qui una proiezione al traguardo di 3 ore e 40 minuti, con un ritmo tranquillo, tra 5'05 e 5'15 a km. Ma dopo il 30°, ecco che vengo assalito da brutte sensazioni, un calo delle mie potenzialità, dovuto probabilmente alla terapia antibiotica seguita fino al giovedì precedente; al 31° km [Il suo incontro con "Il muro di Maratona" - NdR] la crisi mi ha costretto ad una pausa di 5-6 minuti. Una voce dentro di me mi ordinava di desistere... ma non mi sono arreso  e così gli ultimi 11 km li ho alternati fra camminata e corsa, di cui gli ultimissimi 4 km, ad un passo dal traguardo, superati con fatica e con la sensazione che fossero 14... poi, finalmente, l'arrivo, a quel punto spingendo al massimo il mio 'motore' incitato dalle mie nipotine Chiara e Martina che mi attendevano nei pressi dell'arrivo, l'ho chiusa in un tempo di 4h 32' minuti!". Marco ammette dunque che è stata una gara tosta,  e di avere sfidato i suoi colleghi-amici runner; in ultimo, si lascia andare ad una confessione:  "...avrei preferito correre una ecomaratona!" 
L'agenda sportiva 2012 di Marco è contrassegnata  da interessanti ed impegnativi appuntamenti: la Valdigne, sulla distanza di 57 km,  l'Ecomaratona delle Madonie  sui 42,195 km (e forse qualcosina di più) e l'Ecotrail di Pantelleria sulla distanza di 50 km. 
Se io non sono andata a Roma, né in veste di maratoneta né in quella  di spettatrice, la mia amica e compagna di corsa, Concetta Filizzolo (ASD Panormus Bike  and Trail Team) è andata, ma  – purtroppo - a causa di un prolungato infortunio, solo in quella di  spettatrice, ma non  solo, perchè anche questa volta ha  assolto con dovizia il suo “servizio di crocerossina”. Andando un po' a ritroso nel tempo, Concetta in più occasioni si è trovata, suo malgrado, coinvolta in salvataggi sul campo. Questo ruolo auto-assunto, spesso svolto con tale impegno da compromettere l' esito della sua competizione. Posso assicurare che espletare una gara al suo fianco è molto rassicurante. Ma ecco le sue parole: "Sono appena tornata da Roma stanca e frastornata, con gli occhi ancora pieni quel serpente umano di colori, suoni, grida, risate, allegria. La rabbia (e il dispiacerew) di non essere tra quei 16.000 alla partenza è svanita nel momento in cui ho cominciato ad inseguire gli amici lungo il percorso. Ho vissuto attraverso loro le emozioni, l'ansia, la fatica e la gioia quando si vede il traguardo e pensi che è finita, ce l'hai fatta! Il mio compito di crocerossina pronta a raccattarli e riportali a casa è stato assolto. Grazie a tutti voi, la vostra medaglia è un po' la mia medaglia. Grazie alla sempre dolce e gentile Tiziana e a Giorgio che hanno voluto festeggiare con noi la maratona. Grazie ancora e alla prossima avventura".
Un'altra "pasionaria" della maratona è Anna Maed  (ASD Panormus bike  and trail team), al secolo Anna Cernigliaro,  apparentemente tranquilla, ma dentro animata da un grande amore per le gare su strada. Ama divorare, chilometri su chilometri, con passo costante, concentrata  come se fosse alle prese con un difficile compito di matematica, valutandone tutti i passaggi. Le ho chiesto come si fosse sentita nei giorni immediatamente precedenti l'evento. "Almeno un paio di notti prima sono stata  colta da insonnia - mi ha risposto -  la mattina della gara ho trovato un certo conforto in qualcosa da ripetere a mente, un esercizio che è utile per stemperare la tensione nervosa...Ero indecisa sui tempi che sarei stata in grado di reggere, su questo aspetto  vado  sempre cauta. Nella mia prima maratona  mi ero data un massimo di 5 ore e, seguendo i pacemaker, era andata secondo le mie previsioni (Roma, 20 marzo 2011) ed ero riuscita a chiudere in 05h06'43”. Per questa, invece, mi ero  prefissata un tempo di 4 ore e 15 minuti... e sono partita!  Alcuni dati nel mio cronometro non erano visualizzabili e così ho tentato di reimpostare il mio ritmo in funzione di un tempo inferiore a quello prestabilito, ma ho temuto di stancarmi e così ho rallentato, imponendomi nuova concentrazione. Ad ogni passaggio importante facevo il conto alla rovescia e quando sono arrivata al 30°, ho pensato che oramai era fatta... ma il conto proseguiva inesorabile, e gli ultimi due chilometri sono stati i più faticosi. Il traguardo non era ancora all'orizzonte e circoscrivendo il Colosseo era impossibile vederlo. Quando finalmente l'ho inquadrato, ho spinto con tutte le mie forze: fatica e dolore sono spariti in un lampo e ho superato  il traguardo con moltissima  emozione, un' occhio al tempo fatto. La medaglia al collo, un sorriso smorzato sulle labbra per la  foto di routine ed il pensiero ai propri cari, agli amici che mi hanno sostenuta ed incoraggiata, anche da lontano. E adesso? Adesso è subentrata la reazione opposta all'euforia, all'entusiasmo immagazzinato in questi ultimi giorni, l'adrenalina ha ceduto il posto ad una sorta di fiacchezza, di cedimento... mi sento come un sacco svuotato. Ma, dalle mie passate esperienze, so che - per fortuna - si tratta solo di uno stato passeggero. Così, attendo fiduciosa che si ripristino i ritmi di prima".
Anna chiude il suo racconto con questa frase: "Puoi essere stanca, ma hai un cuore grande così che ti spinge e ti fa gridare Viva la Panormus! Just feel, just run!"
Salvatore Maira (ASD Panormus Bike and Trail Team) l'ha chiusa con lo stesso crono ottenuto nella Maratona di Roma del 20 marzo 2011 (4h02'45). E' parecchio arrabbiato perché ha svolto la gara, appesantito da un brutto raffreddore, respirando di conseguenza male, e si è ritrovato costretto a camminare per certi tratti. Molta delusione, dopo gli estenuanti allenamenti di preparazione...
Di altri amici podisti non so nulla. Non è che non siano propensi a parlare... Forse, è solo che non sono bravi nel tradurre la loro esperienza in parole. 
Di (Teresa Ferro) Ultramaratone, maratone e dintorni - Pubblicato in : Racconti di gara e tributi personali - Community : Ultramaratone, maratone e dintorni
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Torna alla home

Il perchè di questo titolo

DSC04695.jpegPerchè ho dato alla mia pagina questo titolo?

Volevo mettere assieme deio temi diversi eppure affini: prioritariamente le ultramaratone (l'interesse per le quali porta con sè ad un interesse altrettanto grande per imprese di endurance di altro tipo, riguardanti per esempio il nuoto o le camminate prolungate), in secondo luogo le maratone.

Ma poi ho pensato che non si poteva prescindere dal dare altri riferimenti come il podismo su altre distanze, il trail e l'ultratrail, ma anche a tutto ciò che fa da "alone" allo sport agonistico e che lo sostanzia: cioè, ho sentito l'esigenza di dare spazio a tutto ciò che fa parte di un approccio soft alle pratiche sportive di lunga durata, facendoci rientrare anche il camminare lento e la pratica della bici sostenibile. Secondo me, non c'è possibilità di uno sport agonistico che esprima grandi campioni, se non c'è a fare da contorno una pratica delle sue diverse forme diffusa e sostenibile. 

Nei "dintorni" della mia testata c'è dunque un po' di tutto questo: insomma, tutto il resto.

Come nasce questa pagina?

DSC04709.jpeg_R.jpegL'idea motrice di questo nuovo web site è scaturita da una pagina Facebook che ho creato, con titolo simile ("Ultramaratone, maratone e dintorni"), avviata dall'ottobre 2010, con il proposito di dare spazio e visibilità  ad una serie di materiali sul podismo agonistico e non, ma anche su altri sport, che mi pervenivano dalle fonti più disparate e nello stesso tempo per avere un "contenitore" per i numerosi servizi fotografici che mi capitava di realizzare.

La pagina ha avuto un notevole successo, essendo di accesso libero per tutti: dalla data di creazione ad oggi, sono stati più di 64.000 i contatti e le visite.

L'unico limite di quella pagina era nel fatto che i suoi contenuti non vengono indicizzati su Google e in altri motori di ricerca e che, di conseguenza, non risultava agevole la ricerca degli articoli sinora pubblicati (circa 340 alla data - metà aprile 2011 circa - in cui ho dato vita a Ultrasport Maratone e dintorni).

Ho tuttavia lasciato attiva la pagina FB come contenitore dei link degli articoli pubblicati su questa pagina web e come luogo in cui continuerò ad aprire le gallerie fotografiche relative agli eventi sportivi - non solo podistici - che mi trovo a seguire.

L'idea, in ogni caso, è quella di dare massimo spazio e visibilità non solo ad eventi di sport agonistico ma anche a quelli di sport "sostenibile" e non competitivo...

Il mio curriculum: sport e non solo

 

banner tre rifugi Val Pellice 194x109

IAU logo 01
  NatureRace header
BannerRunnerMania.JPG
 banner-pubblicitario-djd.gif
VeniceUltramarathonFestival
supermaratonadelletna.jpg
LogoBlog 01
runlovers
atletica-notizie-01.jpg


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Presentazione

  • : Ultramaratone, maratone e dintorni
  • : ciclismo podismo ultramaratone camminare walking Sport
  • : Una pagina web per parlare di podismo agonistico - di lunga durata e non - ma anche di pratica dello sport sostenibile e non competitivo
  • : 12/04/2011
  • Contatti

About

  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Ultramaratone, maratone e dintorni
  • Curioso Sognatore Viaggiatore Writer Esploratore
  • Mi chiamo Maurizio Crispi. Sono un runner con oltre 200 tra maratone e ultra: ancora praticante per leisure, non gareggio più. Da giornalista pubblicista, oltre ad alimentare questa pagina collaboro anche con altre testate non solo sportive.

Categorie

Gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni

 

ultrasportheader950.gif

 

 

Gli articoli più visti dal 24/03/2014 al 24/04/2014

Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 2 303
Articolo Virgin Money London Marathon 2014 (33^ ed.). L'evento è stato… 1 728
Home Ultramaratone, maratone e dintorni 579
Mobile Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 247
Articolo Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 241
Articolo Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 236
Mobile Ciao, Carmelo! Il commiato di Elena Cifali - Ultramaratone, maratone… 223
Mobile UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 206
Articolo UltraMilano-Sanremo 2014 (1^ ed.). Il sapore della sfida, a pochi… 196
Mobile Virgin Money London Marathon 2014 (34^ ed.). L'evento è stato… 134
Articolo Maratona del Lamone 2014. Podisti fanatici e ignoranti affermano: Ti… 118
Mobile A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 104
Mobile Corsa, fatalità e senso di responsabilità - Ultramaratone, maratone e… 103
Articolo A 98 anni suonati Giuseppe Ottaviani fa incetta di Ori a Campionati… 102

 

Statistiche generali del magazine dalla sua creazione, aggiornate al 14.04.2014

Data di creazione 12/04/2011
Pagine viste : 607 982 (totale)
Visitatori unici 380 449
Giornata record 14/04/2014 (3 098 Pagine viste)
Mese record 09/2011 (32 745 Pagine viste)
Precedente giornata record 22/04/2012 con 2847 pagine viste
Record visitatori unici in un giorno 14/04/2014 (2695 vis. unici)
Iscritti alla Newsletter 148
Articoli pubblicati 4259


I collaboratori

Lara arrivo pisa marathon 2012  arrivo attilio siracusa 2012
            Lara La Pera    Attilio Licciardi
 Elena Cifali all'arrivo della Maratona di Ragusa 2013  Eleonora Suizzo alla Supermaratona dell'Etna 2013 (Foto di Maurizio Crispi)
            Elena Cifali   Eleonora Suizzo
   
   
   
   
   
   

Immagini a caso

  • Harrison Ford

Ricerca

Calendario

October 2014
M T W T F S S
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
<< < > >>

ShinyStat

Statistiche
 
Crea un blog gratis su over-blog.com - Contatti - C.G.U. - Remunerazione in diritti d'autore - Segnala abusi - Articoli più commentati